Santo Natale 2021

“Sono sola, Gesù, in questa notte buia.

Come i pastori, come i Magi, ho ricevuto anch’io il lieto annunzio della Tua nascita e sto venendo a trovarti, fra le montagne del mio cuore!

Quante salite e quante discese, Signore, quanta strada, quanti ostacoli da superare, quanti pericoli nascosti…

Quanti briganti e quanti amici.

Sì, perché tanti che sembravano amici si sono rivelati, in realtà, dei briganti e tanti briganti, alla fine, si sono dimostrati buoni e sinceri amici.

Perdonami Gesù… Nessuno è brigante!

Tutti sono figli Tuoi, proprio come me, al pari di me, che sono Tua figlia, e loro tutti i miei fratelli!

Ho capito, Signore, che prima di questo Annuncio la mia vita era profondamente vuota.

Avevo intrapreso strade che portavano a false mete, illusorie e vane ma adesso, Signore, sono partita e non ho portato niente per il viaggio: né torcia, né cibo, né abiti in più per coprirmi.

Non ho voluto perdere neanche un istante da quando mi hanno detto che Tu puoi salvarmi e che hai dato la Tua vita per me…

Venire da Te, ora, è più importante di tutto: della paura del buio, della fame, del freddo, delle incertezze della vita.

È strano… Questa notte così buia s’è illuminata giorno e non ho fame nonostante sia tanto che non prendo cibo mi sento forte vigorosa e non fa neanche freddo, anzi, l’aria della notte tiepida…

Di certo è la tua presenza, signore!”

Tratto dal libro “Grazie Signore Tenerezza infinita”
di Fiorella Patanè

Auguri di ogni bene in Cristo nostro Salvatore, a voi ai vostri cari
dai fratelli e sorelle del Consiglio Regionale dell’Ordine Francescano Secolare della Liguria!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento