Lettera alle Fraternità OFS Liguria

Carissimi fratelli e sorelle, pace e bene.

Cristo, fiducioso nel Padre, scelse per Sé e per la Madre sua una vita povera e umile, pur nell’apprezzamento attento e amoroso delle realtà create; così, i francescani secolari cerchino nel distacco e nell’uso una giusta relazione ai beni terreni, semplificando le proprie materiali esigenze; siano consapevoli, poi, di essere, secondo il Vangelo, amministratori dei beni ricevuti a favore dei figli di Dio. Così, nello spirito delle Beatitudini, s’adoperino a purificare il cuore da ogni tendenza e cupidigia di possesso e di dominio, quali “pellegrini e forestieri” in cammino verso la Casa del Padre.”

Nell’art. 11 della nostra Regola è contenuta tutta l’espressione di fede di San Francesco nella sequela incondizionata e totale di Cristo povero e crocefisso.

Così siamo chiamati a vivere ogni giorno, nella coerenza della risposta alla chiamata del Signore, scelte concrete a favore dei figli di Dio, di tutti i nostri fratelli per i quali ci impegniamo a creare condizioni di vita degne di creature redente da Cristo. Ed è solo aprendo il cuore alla Grazia di Dio che il senso di Fraternità ci aiuterà a metterci alla pari dei fratelli per accogliere tutti gli uomini con animo umile e cortese, come dono del Signore e immagine di Cristo.

Carissimi, in questo anno di speciale anniversario dell’Enciclica “Laudato sii” di Papa Francesco, siamo chiamati, oltre che a testimoniare con la nostra vita, ad impegnarci anche in azioni di sensibilizzazioni per la cura della nostra Casa comune, che ha sempre al centro ogni uomo, perché l’amore dal quale deriva il rispetto e la cura per il Creato non può che nascere dall’amore di Dio e ai fratelli.

Siamo chiamati a riscoprire lo stile di vita proprio del francescano secolare, nella conversione personale quotidiana a Cristo, in uno stile di vita semplice, povero, sobrio, che ci conduca all’essenziale, a ciò che veramente conta e che ci faccia alzare lo sguardo in un anelito d’amore per vivere appieno la bellezza del Creato.

Preghiamo il nostro Serafico Padre perché ci aiuti a diventare veri costruttori di un mondo più fraterno ed evangelico.

Fiorella Patané [Ministro Regionale O.F.S. Liguria]