Capitolo Elettivo a Savona

Savona, 28 settembre 2019

Sabato 28 settembre 2019, alla presenza della Ministra e del Segretario Regionali (Fiorella Patanè e Roberto Carpaneto), si è svolto il Capitolo elettivo della fraternità O.F.S. di Savona.

È stata una mattinata di serena letizia francescana e per noi è stata una bella sorpresa la presenza anche di padre Gianfranco Iacopi, attuale assistente regionale, che era stato il nostro assistente locale in anni passati e che aveva accompagnato il nostro cammino guidando i nostri incontri e anche quelli zonali con le fraternità di Quiliano e Varazze.

La mattinata è iniziata con un momento di preghiera e con l’introduzione di padre Gianfranco che è stata molto significativa; infatti, ci ha ricordato come Francesco, parlando ai suoi frati, spiegava loro la differenza tra comunità e fraternità: la comunità è un’organizzazione perfetta dove ognuno svolge il proprio lavoro, mentre la Fraternità è vivere insieme, volendoci bene come fratelli e tutto questo dobbiamo cercare di realizzarlo anche nelle nostre fraternità.

La presenza di Fiorella, con la sua solita dolcezza ci ha incoraggiati a realizzare questi nostri intenti, volendoci bene come fratelli e ci ha invitati a partecipare ai prossimi incontri a livello regionale che si svolgeranno a Genova.

Nell’invito rivoltoci da Fiorella a parlare e condividere un po’ delle nostre esperienze, abbiamo tra l’altro scoperto la figura di una persona molto bella e solare, suor Rossella che ha scelto di vivere in solitudine nel Santuario di Santa Giulia, vicino a Dego; imitando un po’ la figura di san Francesco che cercava anche lui momenti di silenzio e preghiera nell’Eremo delle Carceri ad Assisi.

Suor Rossella ha anche chiesto di poter iniziare il cammino per poter entrare a far parte dell’Ordine Francescano Secolare; per noi questo è stato un grande dono.

In letizia si sono poi svolte le elezioni del Consiglio di Fraternità. Sono stati eletti:

  • Ministro, Tito Ghiione (riconfermato per la seconda volta) ;
  • Viceministro, Paolo Gambetta;
  • Consiglieri, Enzo Sabatini e Marisa Barisone.

Un canto di lode e ringraziamento al Signore ha concluso questo nostro incontro con la promessa di rincontrarci presto.

Pace e Bene.

Capitolo Elettivo a Quiliano

Quiliano, 28 settembre 2019

Sabato 28 settembre 2019 si è svolto il Capitolo elettivo della nostra Fraternità. Presenti la Ministra ed il Segretario Regionale. Padre Gianfranco Iacopi è stato sostituito da padre Gianni Negro.

Dopo aver invocato lo Spirito Santo e recitato la Preghiera del Francescano, la nostra Ministra Regionale Fiorella Patanè ha esordito incoraggiandoci alla preghiera, alla vera fratellanza in Dio e conseguentemente all’amore reciproco.

Di seguito, in un clima molto fraterno e sereno, abbiamo analizzato le nostre positività e le nostre carenze.

Purtroppo, per motivi fisiologici e per mancanza di ricambio, il numero dei fratelli continua a ridursi, comunque rimaniamo una piccola realtà viva.

La vita della nostra Fraternità , assieme alle persone vicine all’ O.F.S. e agli amici che frequentano la struttura cappuccina, continua ad essere incentrata sul Convento, dove i Frati non risiedono ma sono presenti solamente per la Santa Messa domenicale o per altri impegni religiosi sporadici.

Questa incombenza, che prosegue da molto tempo, diventa per la fraternità sempre più gravosa ed impegnativa.

In questi ultimi anni ci è stata affidata una particolare mansione: l’accoglienza e la gestione – in rotazione – di 11 profughi inviati dalla Prefettura di Savona tramite la C.R.I. prima e la Caritas Diocesana poi.

È stato un impegno molto gravoso con i suoi lati positivi e negativi ma in ogni caso di crescita e, in definitiva, molto arricchente.

Gli incontri – allargati – di formazione, che avvenivano normalmente una volta al mese, (utilizzando gli strumenti che il Centro Nazionale metteva a disposizione) attualmente, per l’esiguo numero di confratelli, si svolgono assieme all’O.F.S. di Savona. Quiliano continua mensilmente, dopo la Santa Messa domenicale, (in genere offerta per i defunti della nostra Fraternità) a recitare le lodi. Il Padre, dall’altare, invita i presenti ad unirsi a noi.

Il Convento e la Santa Messa domenicale continuano ad essere un momento aggregante per tutta la Fraternità e la Comunità di Quiliano.

Nel proseguo dell’incontro abbiamo constatato come, forse senza rendercene conto, la Fraternità di Quiliano si sia sempre distinta nel mettere in pratica quanto contenuto nella nostra “Regola” e quanto suggerito da Papa Francesco ad essere “Testimoni della Chiesa in Uscita”.

Attualmente ogni singolo confratello è anche impegnato o in Parrocchia, o in Associazioni di Solidarietà Civile, o in Associazioni Culturali e Sportive, o nella Catechesi per la preparazione dei Comunicandi e Cresimandi, o nelle Associazioni e Realtà Diocesane, o nel visitare gli Ammalati della nostra Parrocchia.

Terminato lo scambio fraterno di idee, abbiamo proseguito con l’espletare le operazione di voto.

Sono stati eletti:

  • Ministra, Rosangela Roncallo ;
  • Viceministra, Dionisia Turco;
  • Consigliere, Nico Cassanello.

L’incontro è iniziato e terminato con la Preghiera e con parole di incoraggiamento del “nostro” padre Gianni Negro che è attualmente Guardiano del Convento di Savona e quindi di Quiliano.

Per inciso, i genitori di padre Gianni Negro erano membri molto attivi dell’O.F.S. di Quiliano. In ultimo è seguito un semplice ma gradito piccolo rinfresco

Pace e Bene. Fraternamente,

Norina Molinari Grossi [Fraterità O.F.S. di Quiliano, Savona]

17 Settembre 2019

Carissimi,

Pace e Bene nelle vostre famiglie e nei vostri cuori.

Tra pochi giorni le nostre fraternità riprenderanno gli incontri per l’anno 2019/2020 e la proposta da me avanzata e accettata dal Consiglio, è stata quella di iniziare il nostro cammino con un momento dedicato interamente alla preghiera.

La nostra Ministra Regionale, Fiorella Patané, ha scelto il giorno 17 settembre 2019 per raccoglierci tutti uniti – alla stessa ora – davanti a Gesù e la Madonna.

Senza arrecare disturbo alcuno, siamo inviati a trascorrere un’ora in preghiera (dalle 21.00 alle 22.00) ovunque ci troviamo.

Il 17 settembre è il giorno in cui san Francesco ricevette il privilegio di portare con sé i segni della Passione di Cristo.

San Francesco, davanti al Cristo crocifisso, provava un’immensa gratitudine per il dono che il Signore ha offerto per tutti noi: Lui, il puro, il senza macchia, il senza peccato alcuno, si offriva volontariamente alla morte in Croce per la salvezza delle nostre anime.

San Francesco, però, non si fermava a lodarLo e benedirLo ma si struggeva nel pianto, alla vista delle ferite che l’uomo aveva inflitto nel Suo Santo Corpo durante la Passione e la crocefissione.

Il suo essere in Cristo e con Cristo, lo portava a desiderare ardentemente di condividere con Lui, l’amore e il dolore che Gesù provava durante la Sua Pasqua.

La preghiera costante, nel tempo, si trasformò in adorazione perpetua sino a raggiungere periodi di estasi. Francesco, allora, era un tutt’uno con Cristo.

Proprio il 17 settembre, durante un ritiro alla Verna per una quaresima in onore a san Michele Arcangelo, Francesco ricevette il privilegio di condividere la Passione di Cristo.

La purificazione dell’anima e l’amore di san Francesco per il Cristo e le sue creature ci siano di esempio costante e di esortazione per proseguire sicuri verso la vera meta: Gesù.

Papa Francesco chiede preghiere. Tutto il mondo necessita di preghiera. La preghiera è la nostra unica e vera arma contro il male nel Mondo.

Come spunto per la nostra riflessione che accompagnerà la nostra preghiera di domani sera, vi allego una riflessione di Fra Stefano Lovato, Padre Spirituale del Consiglio dell’O.F.S Ligure.

Buona preghiera a tutti.

Monica Benini [Delegata G.P.S. – Consiglio Regionale O.F.S. Liguria]